Interventi articles

cale.jpg

La portata innovativa della legge sul federalismo fiscale

La portata innovativa della legge sul federalismo fiscale

La legge delega n. 42 del 2009 introduce in Italia il federalismo fiscale? Oppure, più semplicemente, mira a riformare quello già esistente, al fine di creare un ambiente favorevole a una gestione più efficiente della spesa degli enti territoriali? A sostegno della tesi della «introduzione» del federalismo fiscale viene spesso affermato che, con l’attuazione della

gaiser2.jpg

Quei buontemponi del World Economic Forum

Inesorabile come la morte e l’esattore, ogni anno compare al calar dell’autunno una fresca edizione del Global Gender Gap Index del World Economic Forum (WEF). Prima che aggiunga una sola parola, onestà intellettuale impone che io chiarisca la mia profonda antipatia per il WEF, dovuta a molte ragioni. La prima e fondamentale è che non

spiriti.jpg

Spiriti italiani

Uscito da molti mesi ormai, Animal Spirits di George A. Akerlof e Robert J. Shiller ha avuto in Italia numerose recensioni, quasi tutte elogiative. Nel maggio scorso è stata messa in commercio abbastanza prontamente da Rizzoli l’edizione italiana Spiriti Animali.   Se la traduzione del titolo è prevedibile quanto fedele, non così il sottotitolo, dove

blair.jpg

Please… Europe Wake up!

Il sì irlandese al Trattato di Lisbona aveva portato un po’ di buonumore sulle vicende europee. Non che ci illudessimo che questo passo potesse aprire nuove strade al processo di integrazione europea, ma almeno speravamo che la bicicletta finisse il suo surplace e potesse lentamente, molto lentamente, andare avanti. Invece lo scorso  fine settimana il

gruppoue.jpg

It may happen soon

  Barak Obama – Rahm, when am I supposed to meet Putin in Moscow? Chief of Staff – on the 23rd.   BO – then, why should I leave on the 20th? CoS – because we stop in Europe.   BO – why? Cannot AirForce1 fly all the way to Moscow? CoS – of course

nobelprize.jpg

Il Nobel della concordia… o quasi

Qualche giorno dopo l’assegnazione del Premio Nobel per l’Economia a Oliver Williamson e Elinor Ostrom giova commentare le reazioni di economisti e scienziati sociali italiani alla scelta dell’Accademia di Svezia. Tale assegnazione è stata accolta positivamente sia da commentatori Riformisti (leggasi Giulio Napolitano e Antonio Nicita su IlSole24Ore) sia da commentatori Liberisti (leggasi Alberto Mingardi).

Top